Lettere – Pensate alla Honeywll, basta con il capoluogo di Regione


Riceviamo da Lanciano. “Sono un parente di uno dei 430 lavoratori della Honeywell che a primavera restano senza lavoro e senza risorse per vivere e campare le famiglie. 430 più gli altri lavoratori della produzione indotta. Leggo e sdento parlare i politici del problema capoluogo, che è problema solo per chi deve costruire non meritate glorie politiche. Pensate alla Honeywell e non a cose che alla gente non interessano affatto. Qui si tratta di trenere in piedi una regione che va a pezzi, altro che capoluogo, di che? Di un cimitero in cui si possono solo scavare tombe? La politica una volta tanto sia seria, quei politici pescaresi che gridano pensino alle cose serie”.
(NdR) – Difficile non essere d’accordo. L’Abruzzo ha davvero nodi ben più amari da sciogliere.


19 Novembre 2017

Categoria : Dai Lettori
del.icio.us    Facebook    Google Bookmark    Linkedin    Segnalo    Sphinn    Technorati    Wikio    Twitter    MySpace    Live    Stampa Articolo    Invia Articolo   



Commenti
francoaq

21 novembre 2017
12:22

Oltre quelle gia’ a terra per altre situazioni simili nelle quali i politici giocano a fare i paladini del popolo. In piu’ sarebbe da capire visto che queste fughe delle aziende avvengono da anni quali garanzie reali abbiano dato al momento dell’apertura e quali facilitazioni abbiano ricevuto. Tutti bravi ad esultare se apre una fabbrica o un centro commerciale ma nessuno che valuti a lungo termine la bonta’ degli insediamenti.

Lascia un commento

Utente

Articoli Correlati

    Nessun articolo correlato.