Un anno per un semaforo, e non ci siamo ancora


L’Aquila – Esisterà al mondo un’altra città in cui in un incrocio pericoloso un anno non basta per mettere in funzione un semplice semaforo? Forse esiste, ma non se ne ha notizia. Invece L’Aquila c’è e nonostante gli strombazzanti amministratori eletti di recente facciano la ruota del pavone, le cose vanno come prima.
L’incrocio detto dei vigili del fuoco è sempre stato pericoloso con numerosi incidenti anche gravi. Niente segnaletica, vigilanza zero, e mesi di sollecitazioni perché vi fosse installato un semaforo decente.
Da premettere: in città di semafori mai utilizzati ce ne sono parecchi. Alcuni nuovi di zecca, installati anni e anni fa, mai accesi e mai rimossi. Anche questo è un primato tutto aquilano che lascia a bocca aperta.
Le sollecitazioni e le proteste risalgono per via Panella all’epoca della precedente amministrazione. Per farla breve, furono necessari una decina di mesi per smucchiare i dormienti in Comune e finalmente qualcuno decise di installare il semaforo.
Che è lì da mesi, ma non funziona: : lampeggia soltanto.
Forse a qualcuno dà fastidio sostare al rosso, o altri hanno sentenziato chi sa cosa e chi sa dove.
Fatto è che il semaforo è spento, i soldi per comperarlo sono stati spesi, ma problema non è certo risolto. Se ci riuscite, trovate un altro posto in cui accadono cose del genere…


07 Dicembre 2017

Categoria : Attualità
del.icio.us    Facebook    Google Bookmark    Linkedin    Segnalo    Sphinn    Technorati    Wikio    Twitter    MySpace    Live    Stampa Articolo    Invia Articolo   




Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Utente

Articoli Correlati

    Nessun articolo correlato.