InAbruzzo.com

- http://www.inabruzzo.com -



Sindacati su call center L’Aquila

10 gennaio 2019 @ 14:10 Categoria: Attualità

L’Aquila – Slc-Cgil Fistel-Cisl Uilcom-Uil L’Aquila scrivono in una nota: “Call center Customer2Care: i fatti della vertenza nel sito aquilano.
Il 31 dicembre scorso è scaduta la commessa che Wind/H3g aveva assegnato alla società Credit2cash di Roma, successivamente data in subappalto a Customer2Care di L’Aquila. Prima della scadenza della commessa però Wind/H3g, CCSud e C2C hanno concordato la cessione del 51% delle quote di C2C alla subentrante azienda CCSud di Battipaglia, che avrà l’appalto diretto dal committente Wind/H3g mentre C2C continuerà a lavorare in subappalto con rinnovo contrattuale di 3 anni +1. Cgil Cisl e Uil sono state avvisate a cose già fatte, quindi abbiamo chiesto immediatamente un incontro ufficiale con la società aquilana che si è svolto il giorno 28 dicembre. In quella sede C2C ci ha informato di quanto deciso sui tavoli romani. Nell’ incontro in particolare avevamo chiesto non solo la proroga di tutti lavoratori interinali con contratto in scadenza, ma anche la loro stabilizzazione. La risposta dell’azienda è stata che l’attuazione del cosiddetto Decreto Dignità non gli permetteva di essere in condizione di prorogare o stabilizzare quei lavoratori. Per parte nostra ribadiamo tuttavia la nostra contrarietà al fatto che Customer2Care non ha voluto accettare soluzioni per poter mantenere i 29 lavoratori interinali il cui contratto è scaduto a dicembre 2018. Sappiamo che questa situazione causerà importanti contrazioni gestionali che vanno immediatamente risolte, e a tal proposito abbiamo ritenuto necessario richiedere un tavolo, insieme alle segreterie nazionali di Cgil Cisl e Uil, con il committente Wind/H3g. Al tavolo nazionale dobbiamo avere risposte e certezze per tutti i lavoratori dell’Aquila, dopo quanto deciso tra le tre aziende: vogliamo capire cosa Wind/H3g ha come visione futura per il sito aquilano. In Customer2Care infine la clausola sociale (legge 11/2016) non si può applicare perché non c’è stato nessun cambio di appalto, sono cambiate solo le quote di proprietà dell’azienda.


URL: http://www.inabruzzo.com/?p=320332



Copyright © 2009 InAbruzzo.com. All rights reserved.