InAbruzzo.com

- http://www.inabruzzo.com -



Lettere – Il virus c’è ancora ma c’era anche due mesi fa

4 ottobre 2020 @ 13:25 Categoria: Dai Lettori

[1]L’Aquila – Scrive Franco Taccia: “Fino a qualche giorno fa era tutta una corsa per mostrarsi piu` intraprendenti degli altri nel velocizzare il ritorno alla vita normale. Ma una corsa che e` servita solo a facilitare l’impennata di casi di “positivita`”. Una gara fra asini che prima hanno ragliato ed ora si nascondono. Da nord a sud tutti impegnati a mostrare i muscoli, agli stupidi, largheggiando con le concessioni. Tana liberi tutti. A via di deroghe c’e` solo da meravigliarsi che a nessuno sia venuto in mente di chiedere di organizzare un’edizione speciale delle olimpiadi o dei mondiali di calcio o farsi prestare il Palio di Siena, magari in comodato d’uso gratuito, tanto per poter dire il giorno dopo che c’era il pienone. Nel frattempo esultanza per le migliaia di persone che dovunque hanno continuato a socializzare gomito a gomito e bicchiere in mano e partecipare ad ogni sorta di ammucchiata, per un battesimo, un matrimonio, una cena tra ex compagni di scuola. Non si sentono piu` gli idioti che affermavano che il contagio arrivava con i barconi, dopo che s’e` scoperto che girava di piu` in aereo o con panfili e motoscafi di lusso pieni di vip, spesso consapevoli di essere a rischio. Ora c’e` molto piu` che il rischio di nuove clausure forzate, con relativo salasso per l’economia gia` anemica e danni altrettanto gravi, se non peggiori, per sistemi nervosi gia` logorati. Ovviamente la colpa sara` di chi dovra` imporle e non degli esaltati convinti di essere onnipotenti che non hanno fatto nulla per ascoltare cio` che dicevano gli esperti. Quelli che lavorano negli ospedali, non i pagliacci ambosessi pagati dalle tv per sparare balle, a 5000 euro per un’ora di scemenze.


URL: http://www.inabruzzo.com/?p=347103

URLs in this post:

[1] Image: http://www.inabruzzo.com/wp-content/uploads/2020/10/images6.jpg



Copyright © 2009 InAbruzzo.com. All rights reserved.