InAbruzzo.com

- http://www.inabruzzo.com -



Lacrime e sangue

31 maggio 2010 @ 23:08 Categoria: Dai Lettori

(di Paolo Vecchioli) – Massacrati venti pacifisti dalle teste di cuoio sioniste che hanno abbordato i natanti che portavano aiuti umanitari a Gaza via mare. Stavolta niente mostri come le donne,i vecchi ed i bambini di Sabra e Shatilla e neanche i “ cattivi ragazzi” Palestinesi da abbrustolire con il fosforo bianco dopo averli affamati, impediti nella scolarizzazione e nella crescita culturale,stavolta non sono i “terroristi” dell’Intifada che anelano alla Nazione Palestina massacrati a migliaia e sepolti nelle galere o a Gaza e Cisgiordania ,oggi hanno colpito,a freddo come fanno sistematicamente con i missili nei centri abitati per colpire i capi della Palestina, sedicenti pacifisti.

Adesso bisognerebbe tornare ad Assisi ad organizzare una marcia della pace fino a Gerusalemme ma dubito che il sinistrume arcobaleno e gli sciancati di complemento del PD con i preti ascari al seguito e benedicenti casuals che non pregano e fanno penitenza per gli schizzi di fango della pedofilia sulle loro croci ma santificano chiunque abbia le sembianze affatto eteree di Rosy Bindi o quelle sfigate di Bersani/ Gargamella con o senza puffi al seguito e sempre davanti a telecamere amiche, servili e strabiche.

Proviamo ad immaginare cosa sarebbe successo se le teste di cuoio che massacrano venti inermi pacifisti invece che sioniste fossero state Iraniane.

E’ meglio che piangere per la manovra di risanamento della nostra economia e sospirare in attesa di conoscere i costi per Pantalone della “ fustella “ di Santoro che comunque normalmente becca 7-800.000,00 euro l’anno ed altrettanto tutti i suoi sodali sinistri e non delle altre reti .

Scure per tutti tranne che per i politici e gli intoccabili magistrati.

I primi tergiversano e si accingono,more solito, a fregarci ed i secondi annunciando scioperi e ricordano ai primi che loro fanno le leggi ma che essi fanno le inchieste ad orologeria con intercettazioni a strascico…….. per cui niente riduzione del 10% delle loro prebende aggiratisi in media sui 15.000,00 euro a testa , “non è cosa” .

Allora sciopero inutile della CGIL proclamato urbi et orbi e scontato come l’adesione dei magistrati ut supra,IdV e sinistri in genere e di tutti gli intoccabili .

Nessun magistrato perde il posto di lavoro,loro non hanno orario,non timbrano cartellini,non rispondono di quello che combinano nel male mentre ne beneficiano nel bene, sono presenti in tutti i gagli vitali dello Stato,nelle commissioni,presso i ministeri,nella politica a livello nazionale ed europeo.

Nessun sindacalista,soprattutto CGIL e che,come se non fosse successo nulla in questi ultimi venti anni,racconta di difendere i lavoratori,ha perso o perde il posto di lavoro o va in cassa integrazione ed ha problemi,come contriti i sindacalisti ut supra recitano davanti ad ogni telecamera serva e velina di regime,ad arrivare a fine del mese.

Ma quale manovra economica e quali riforme con maggioranza politica schiacciante.

Il consenso è appannaggio delle caste,magistrati,sindacati,giornalisti e giornalai,politici e politicanti,a chi vota rimane la masturbazione del federalismo,della possibile riduzione delle province,delle intercettazioni telefoniche non più a strascico ed orologeria ,delle carceri dei suicidi,della ascesa sui tetti degli operai già rottamati e delle serate in compagnia di Santoro & C. ,Sofri Jr e Sr, Scalfari e Scalfaro ecc.ecc. ed al limite ci resta da discutere come riformare il codice se è aggredito un gay ,alla faccia dell‘art. 61 n. 1 cp ancora in vigore e come se i pugni presi da uno non gay non fanno male …………. .


URL: http://www.inabruzzo.com/?p=40198



Copyright © 2009 InAbruzzo.com. All rights reserved.