InAbruzzo.com

- http://www.inabruzzo.com -



Trasporto scuole, 680 bambini

30 ottobre 2010 @ 18:54 Categoria: Cronaca

[1]L’Aquila – (di Stefania Pezzopane, assessore comune L’Aquila) – Rispondo volentieri alle domande sul trasporto scolastico, dal momento che si tratta di un servizio, benché non obbligatorio ed erogato a richiesta, sul quale l’amministrazione comunale ha investito molto. Ricordo infatti che attualmente il trassporto scolastico riguarda ben 680 bambini, 140 in più rispetto allo scorso anno, con un ulteriore sforzo economico, da parte dell’ente comunale, di oltre 150mila euro. L’assessorato e il servizio, inoltre, sono stati sempre disponibili alle sollecitazioni e alle richieste, rispondendo tempestivamente alle istanze e alle esigenze via via pervenute e delineatesi nel tempo. Il tutto nonostante siamo ancora in attesa di una risposta dal commissario Chiodi, a fronte della richiesta fattagli pervenire, nella duplice veste di commissario e di presidente della Regione, affinché stanzi i fondi di cui dice di disporre per favorire questo e altri servizi necessari a seguito del sisma.
Venendo al merito delle domande poste da coloro che si firmano genericamente genitori e che fanno riferimento a una questione che riguarda 3 bambini di Roio ( a fronte, lo ripeto, di 680 bambini che usufruiscono del servizio), elenco di seguito le risposte:
1) La proroga della convenzione con la ditta di trasporti, peraltro già prevista dalla convenzione stessa, antecedente al mio insediamento come assessore, era legata alla necessità di non interrompere la continuità del servizio, garantendo tempi rapidi nelle procedure, cosa che non sarebbe stata possibile con l’istruzione di una gara pubblica.
2) Per quanto riguarda il termine di scadenza delle domande, esso non ha carattere perentorio ma funzionale. È evidente infatti che, ovunque si debba programmare e organizzare un servizio, nell’interesse stesso degli utenti, occorre avere un quadro della richiesta a monte. Per questa ragione fissare un termine alle richieste è funzionale alle ovvie esigenze di pianificazione che, nello specifico, vengano espletate prima dell’inizio dell’anno scolastico e o nei primissimi giorni dal suo avvio . Ciò nonostante, come ripeto, abbiamo riveduto in molti casi i termini, sulla base delle successive richieste. Ricordo inoltre che, attualmente, del servizio di trasporto scolastico beneficiano anche alcuni ragazzi iscritti alla scuola media, per i quali sarebbe invece competente l’Ama, a dimostrazione di quanto l’amministrazione sia stata e sia orientata a venire incontro alle esigenze di tutti, pur nei limiti del possibile. Ad ogni modo posso annunciare fin da ora che per il prossimo anno scolastico il termine di scadenza sarà perentorio.
3) La competenza territoriale e l’esistenza di distretti scolastici sono, parimenti, principi che non ho introdotto io ma che, al contrario, guidano da moltissimi anni la distribuzione degli studenti e la localizzazione dei servizi. Data la situazione particolare che si è andata delineando a seguito del sisma, il dirigente del servizio diritto allo studio, a maggior ragione, ha invitato i genitori a iscrivere i propri figli nelle scuole di competenza territoriale. Si tratta dunque di mera ottimizzazione logistica, peraltro, ritengo, di facile comprensione nella sua ratio.
4) La scelta dell’amministrazione rispetto all’accoglienza di richieste aggiuntive è stata quella di accettare le domande di bambini che potevano inserirsi in percorsi già predisposti (percorsi peraltro, lo ricordo, passati da 19 a 25) per evitare tragitti individuali che, al momento e senza un sostegno da parte della Regione, l’amministrazione non può permettersi di attivare.
5) Le domande relative ai 3 bambini di Roio sono attualmente all’attenzione degli uffici comunali, che le hanno accolte e le stanno esaminando allo scopo di cercare di venire incontro alle famiglie, non essendoci alcuna preclusione a priori da parte nostra. Speriamo piuttosto non siano i genitori ad averne verso l’amministrazione comunale, dal momento che sta facendo davvero i salti mortali.


URL: http://www.inabruzzo.com/?p=54560

URLs in this post:

[1] Image: http://www.inabruzzo.com/wp-content/uploads/2010/10/pezz.jpg



Copyright © 2009 InAbruzzo.com. All rights reserved.