InAbruzzo.com

- http://www.inabruzzo.com -



Se la signora fa il ruttino…

30 novembre 2009 @ 21:43 Categoria: Editoriale

Nel Pleistocene c’era chi, oggi diciamo maturo, era giovane e gagliardo.
Costui non bazzicava lo sport del conquistare le donne, ritenendolo squallido e banale anzichenò. Però per motivi fisiologici delle donne doveva pure avvicinarle. A quell’epoca remota, una signora si faceva capitolare anche offrendole una buona cena, e per fortuna Mc Donald’s non esisteva. Una buona cena, magari in riva al mare, includeva – se la signora ne valeva la pena – anche dello champagne. Mica tutte si accontentavano di pizza e fichi, o vinello bianco dei castelli romani… Se la ipotetica signora in questione, bevuto lo champagne, liberava un singhiozzetto garbato e si faceva perdonare con un’occhiatina di intesa, tutto andava bene. Ma se le scappava un ruttino, la serata era praticamente finita lì.
Un ruttino non è reato, per carità, e non merita neppure una contrizione e un atto di dolore. Però smonta. Diciamo che una signora non lo deve fare, magari si ritira in bagno e lì lo libera per sentirsi meglio. Ma di fronte ad uno che mira alle sue intimità in modo elegante, lei compiacente, proprio deve astenersi. Crediamo ieri, come anche oggi, ammesso che qualcuna beva ancora champagne invece di Cocacola. Ebbene, la storia del sen.Piccone la cui ditta prende appalti nei cantieri del dopo sisma è come quel ruttino. Sconveniente.
Non sarà un illecito, non sarà neppure la fine del mondo. Però al posto dell’illustre senatore di Celano, un signore della politica si sarebbe fatto da parte. Solo questo diciamo, e null’altro. Se poi è tutto falso, si faccia avanti il senatore delle finestre di alluminio, e lo dica. Ma da quando la storia è venuta fuori (solo sui giornali on line, i cartacei tacciono
verecondi) c’è solo silenzio, assai simile all’imbarazzo. Inquietante.


URL: http://www.inabruzzo.com/?p=61685



Copyright © 2009 InAbruzzo.com. All rights reserved.